Cosa non sai sui supermercati?

 

 supermarketSupermercati del futuro

Expo 2015 in collaborazione con COOP e MIT (Massachussets Institute of Technology),trovano un nuovo modo di fare la spesa tramite videowall e  display grazie ai quali i consumatori hanno la possibilità di conoscere le caratteristiche e proììvenienze dei prodotti. In questi supermercati i carrelli metallici sono sostituiti da  cesti costruiti con materiali riciclati e riciclabili.

Questi supermercati esistono già? Naturalmente no.

Proviamo a ragionare sulle nostre esperienze personali.  Non notiamo niente di insolito quando andiamo a fare la spesa, essendo cosa di tutti i giorni. Ci sfugge tutto il lavoro di marketing che c’è dietro e che ha come obiettivo  far comprare al consumatore il maggior numero di prodotti possibile.

 

  • I prodotti a marchio del supermercato sono messi ad altezza uomo per essere notati
  • I cibi (dolci,caramelle)sono disposti in modo da essere facilmente raggiungibili dai bambini
  • All’ingresso sono presenti i prodotti in offerta
  • Non sono presenti ne orologi e finestre per farti perdere la cognizione del tempo
  • Il supermercato è organizzato in modo da dover seguire al suo interno un percorso prestabilito
  • A fine corsia sono sempre presenti prodotti che hanno il compito di attirare l’attenzione spingendo il consumatore ad acquisti non prestabiliti

Questi punti hanno lo scopo di informare il consumatore dei messaggi subliminali che i nostri supermercati  mettono in atto per confonderci  e di distoglierci dal nostro obbiettivo: comprare ciò che effettivamente dobbiamo comprare

Quindi bisogno essere consumatori consapevoli

Articolo di Gianmarco Garzena e Davide Zitarosa

Photo Credits: Polycart