Il grande labirinto del supermercato

Credi di conoscere veramente il tuo  supermercato?  I prodotti  che compri vengono collocati  con una strategia precisa negli scaffali? Abbiamo visitato i supermercati della nostra città e siamo giunti a questa conclusione: nessun prodotto all’interno del supermercato viene messo a caso.

Tutti i supermercati hanno lo scopo di far comprare ai clienti più prodotti, possibilmente quelli più costosi e ci sono diverse strategie per riuscirci.

  • Frutta e verdura trasmettono una  sensazione di vivacità e colore.  Vengono  posizionate all’entrata del supermercato in modo che il cliente abbia l’idea di comprare subito cibi salutari, lasciandosi tentare poi da cibi meno sani come carne o cioccolato.
  • Nei  supermercati non sono presenti orologi né finestre per non dare punti di riferimento cronologici e far rimanere più a lungo la clientela.
  • I prodotti in offerta e quelli in promozione  vengono esposti in scaffali centrali o all’altezza dello sguardo del cliente.
  • Anche i prodotti meno economici sono disposti ad altezza occhi in modo che siano i più visti: questo influenza le vendite.
  • I prodotti maggiormente comprati dalle persone sono il più lontano possibile dall’ingresso, in modo da costringere il cliente a percorrere diverse corsie prima di trovarli (ad esempio il latte o  gli snack per ragazzi).
  • Le corsie sono strette e si  formano ingorghi di carrelli così che i clienti si soffermano a guardare i prodotti che li circondano ed eventualmente comprano cose impreviste.
  • I  prodotti complementari, ad esempio pasta e passata di pomodoro, sono posizionati in corsie vicine tra loro, favorendo acquisti coordinati.
  • Il reparto panetteria attira la gente con il profumo del pane appena sfornato.
  • I giochi per bambini sono sempre sistemati in modo molto visibile o vicino alle casse perché i piccoli visitatori li notino e li richiedano ai genitori in modo insistente.
  • Quindi … non perderti nel labirinto e compra quello che ti serve!

Scritto da: Giulia Tunesi(2f), Giorgia Bernardi (2f), Giorgia Bossi(2f), Alessandro Alghisi (2e), Ileana Ganzerla (2e) Andrea Petrineschi (2b),  IC Settimo Milanese, Milano (Italy)

 

PH. credit labyrinth (pd) pixabay