Itinerario Diritto al cibo

bottone scarica itinerari EXPO

Padiglione Società civile, Slow food, Santa sede, Save the children, Caritas, ONU, Padiglione zero

PADIGLIONE SOCIETÀ CIVILE

Twitter @FTriulza

Instagram #cascinatriulza

Il Padiglione della società civile è ospitato in una antica cascina della periferia milanese che è stata completamente ristrutturata in occasione di EXPO 2015.

Nell’area espositiva si trova la mostra Food cloud, uno spazio educativo che mette in scena il cibo e ne mostra alcune delle sue interazioni e trasformazioni più significative e sorprendenti. Una nuvola di 25 parole chiave, raccontate da oggetti e testi che vogliono stimolare una riflessione su ciò che sta dietro e dentro quel che mangiamo.

Raccolte le informazioni e gli stimoli dati dalla mostra si prosegue con un percorso lungo vari padiglioni dove trovare conferme, smentite, punti di vista, buone pratiche, consigli e approfondimenti.

Iniziate il vostro percorso visitando gli spazi espositivi e il mercato di Cascina Triulza, raccontando per immagini tutto quel che avete scoperto nel Padiglione.

SLOW FOOD

Twitter @slow_food_italy

Instagram #slowfood

Il padiglione Slow food è diviso in tre grandi edifici di legno che delimitano una grande piazza della biodiversità, dove sono coltivati fiori, ortaggi e piante di vario tipo.

Uno dei tre edifici propone un percorso interattivo a tappe, lungo alcuni dei temi più rilevanti legati alla produzione e al consumo sostenibile e non di cibo.

Tra problemi e soluzioni il visitatore è sollecitato a guardare in modo nuovo alla propria alimentazione e ad agire per un futuro che coniughi tradizione e innovazione nel rispetto dell’ambiente e dei diritti delle comunità locali.

COSA FARE AL PADIGLIONE SLOW FOOD

Raccontare i problemi e le soluzioni presentate nella mostra attraverso una raccolta di immagini con didascalia.

SANTA SEDE

Twitter @expoholysee

Instagram #nondisolopane

Il Padiglione della Santa Sede fin già dalle pareti esterne, offre una riflessione a partire da due scritte, «che sono le due frasi fondamentali di natura biblica attinenti al tema dell’EXPO e scelte come titolo specifico del Padiglione della Santa Sede: “Non di solo pane vive l’uomo” e “Dacci oggi il nostro pane”. Sono i due aspetti del simbolo del pane: da una parte, la dimensione materiale, fisica, concreta, con tutti i problemi sociali che comporta e, dall’altra parte, l’aspetto più simbolico, quello che ha a che fare con la complessità della persona umana, che ha bisogno anche di nutrimento interiore» (card Gianfranco Ravasi, febbraio 2015).

L’interno, invece, ripropone attraverso le cinque scene le quattro dimensioni individuate e descritte nel theme statement: ecologica, economica/solidale, educativa, religiosa/teologica.

(tratto da: expoholysee.org)

COSA FARE AL PADIGLIONE SANTA SEDE

Associare le due frasi bibliche o altri messaggi significativi del padiglione a immagini raccolte all’interno di esso.

SAVE THE CHILDREN

Twitter @SaveChildrenIT

Instagram #SaveChildrenIT

Il Villaggio Save the Children presenta in EXPO un format di sensibilizzazione, particolarmente adatto a un pubblico giovane, che vuole stimolare l’attenzione e l’attivazione intorno all’inaccettabile realtà della mortalità e malnutrizione infantile. Grazie ad un mix coinvolgente di attività, esperienze sensoriali e installazioni interattive, bambini e ragazzi vengono avvicinati ai tre principali temi affrontati nel padiglione: nutrizione, malnutrizione ed emergenza. Il percorso di visita si snoda all’interno di 5 ambienti, in cui è possibile conoscere e approfondire l’impatto della malnutrizione sulla vita di tanti bambini nel mondo ma anche le corrette pratiche alimentari e il ruolo che svolge la mamma nell’assicurare al figlio adeguata nutrizione, cure e nel trasmettergli i giusti comportamenti alimentari.

(tratto da expo.savethechildren.it)

COSA FARE AL PADIGLIONE SAVE THE CHILDREN

Raccontate per immagini e testi il vostro percorso di visita e le vostre considerazioni finali su fame e malnutrizione.

CARITAS

Twitter @caritas_milano

Instagram #caritas_milano

“Dividere per Moltiplicare” è la risposta di Caritas al tema di EXPO2015: la condivisione delle risorse, saperi e competenze come proposta al problema del cibo e del nutrimento per tutti. Per ricordare che in un mondo di 7 miliardi di persone e che produce cibo per 12 miliardi, 800 milioni soffrono la fame. Per parlare del cibo come nutrimento del corpo ma non solo: attraverso il cibo l’uomo ritrova la sua identità e interiorità, la produzione di cibo lo mette in relazione con gli altri uomini e con la natura. Per parlare della condivisione delle risorse e delle competenze per moltiplicare le energie e le possibilità

(tratto da expo.caritasambrosiana.it)

COSA FARE AL PADIGLIONE CARITAS

Ricostruire per immagini e brevi testi i messaggi più forti dell’edicola, uno spazio interattivo ed esperienziale che promuove a livello universale il messaggio del padiglione.

ONU

Twitter @UN_Expo2015

Instagram #UNatExpo2105

Per la prima volta nella storia delle esposizioni universali le Nazioni unite non hanno un singolo padiglione ma sono presenti in varie aree del sito espositivo con delle installazioni multimediali che vanno a formare l’itinerario ONU.

Visitando le installazioni multimediali si può scoprire, attraverso video, foto, info grafiche e mappe, l’impegno dell’ONU per eliminare la fame nel mondo e garantire un futuro sostenibile nostro pianeta.

(tratto da un-expo.org)

COSA FARE AL PADIGLIONE ONU

Visitare una selezione o tutte le stazioni dell’itinerario ONU (segnate nella mappa con un + rosso), collegando i messaggi portati dalla stazione a una o più immagini raccolte nell’area dove è stata collocata la stazione.

Unisciti alla nostra Sfida e rendi l’Itinerario ONU interattivo ed istruttivo: scarica “Get to Zero”, il gioco delle Nazioni Unite per Expo Milano 2015.

PADIGLIONE ZERO

Twitter @Expo2015Milano

Instagram #PadiglioneZero

Il padiglione Zero racconta – attraverso grandi e suggestive installazioni e diorami, suddivise in sei grandi aree tematiche – quanto l’uomo ha prodotto dalla sua comparsa sulla Terra fino a oggi, le trasformazioni del paesaggio naturale e umano, la cultura e i rituali del consumo, la speculazione, lo spreco e le tragedie, i progetti per un futuro sostenibile. In ogni area del padiglione si trovano le Stele ONU, che raccontano il tema della stanza in cui ci si trova.

COSA FARE AL PADIGLIONE ZERO

Il Padiglione zero è stato pensato per introdurre il tema di EXPO ed è infatti uno dei più visitati all’apertura dei cancelli. Tuttavia la sua visita ha senso anche in chiusura di percorso, per allargare lo sguardo al tema generale di EXPO e fare una riflessione finale.

Pubblicate su una immagine (presa in una delle aree del padiglione) associata a uno dei messaggi lanciati dalle Stele ONU presenti)

Lascia un commento